Finale Emilia – Scuola Musicale

Avevamo iniziato i lavori di costruzione il 30/11/2013 e l’ultimo giorno di lavoro é stato il 30/11/2014, giorno in cui abbiamo consegnato la Scuola Musicale completata con pavimenti, porte, serramenti, impianti elettrici ecc. Era rimasto da completare solo l’impianto di riscaldamento con l’istallazione della pompa di calore, impegno economico troppo oneroso che noi non potevamo affrontare e quindi se ne è fatto  carico il Comune di Finale Emilia con l’aiuto delle ditte locali. Un anno di lavoro intenso… ma ce l’abbiamo fatta!

Anche la parte esterna era completata e successivamente, con donazioni di fondazioni locali, con il ricavato di concerti dei ragazzi del corso di musica ed al lavoro di volontari locali, il Comune ha completato la pavimentazione esterna del marciapiede e rampe di accesso. Dal dicembre 2014 la scuola è in funzione con la partecipazione di circa 140 ragazzi, 6 insegnanti e l’assunzione di una ragazza disabile per i lavori di segreteria.

Per ringraziarci del lavoro svolto e di tutto quello che abbiamo fatto, é stato assegnata alle Associazioni dell’Altopiano della Vigolana l’attestato di Cittadinanza Onoraria del Comune di Finale Emilia.

Il 12 settembre 2014 si é svolta infine l’inaugurazione ufficiale della Scuola Musicale. Con un pullman e auto private, circa 60 persone dell’ altopiano della Vigolana si sono recate  a Finale Emilia per partecipare alla bellissima cerimonia di ringraziamento con l’intervento, oltre degli amministratori locali, anche dell’eurodeputato ed ex-ministro Cécile Kyenge. La giornata è stata allietata dalla musica di numerosi gruppi ed in particolar modo della banda di musica Rulli Frulli, 60 ragazzi disabili che hanno suonato fino a tarda serata.

Abbiamo lavorato per 19 fine settimana (sabato e domenica ), 334 sono le giornate di lavoro dei volontari per un totale di circa 2820 ore (escluso le ore di viaggio). Un anno intenso di lavoro sopratutto per la particolarità della struttura che ha richiesto molta attenzione alla posa dei materiali, all’insonorizzazione fra un’aula e l’altra, alla finitura con impianti all’avanguardia come la pompa di calore per il riscaldamento invernale e il raffreddamento estivo, l’illuminazione a led nell’ottica del risparmio energetico. La scuola, suddivisa in 5 aule per lezioni con strumenti diversi fra loro ed una sala grande per la musica d’assieme, ospiterà circa 140 ragazzi che coadiuvati da 12 insegnanti si alterneranno per tutta la giornata dal lunedì al sabato. A due anni dal sisma che ha dato il via a questo progetto di solidarietà, tante sono state le iniziative da parte delle associazioni e dei privati cittadini delle nostre comunità per recuperare i fondi per finanziare il progetto, ma soprattutto tante sono state le giornate di lavoro che hanno visto i volontari dei nostri paesi unirsi per un obiettivo comune. Un grazie sincero ai giovani che hanno seriamente lavorato in questi due anni, segno che la solidarietà fortemente radicata nella nostra gente sarà sicuramente portata avanti anche dalle giovani generazioni.

Competenze

Postato il

24 Febbraio 2020



Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la nostra Cookie policy

Devi abilitare i cookie per vedere questo contenuto.

Apri preferenze cookie